Visualizza preferiti - 0
#
ItalianoEnglish
#
#
#
#
#
Stabile - Palazzo in Vendita a Mondovì
Via Vico, 77
Piazza
Piano: Scoperto
Locali: 43 43
Camere: 30 30
Bagni: 8 8
Terrazzo: Assente Assente
Box: Quadruplo 4
Posto auto: Piano terra PT
Giardino: Doppio 2
Codice CAM 860
Tratt. riservata

FISSA UN APPUNTAMENTO!

Descrizione

Mondovì borgo Piazza, eredi vendono, intero fabbricato civile libero, già sede "Albergo del Leon d'oro" completamente indipendente con grande parco/giardino interno esclusivo, affaccio sulla langa Monregalese, doppio accesso carraio esclusivo, senza servitù alcuna.
L'ottima esposizione, la totale indipendenza del fabbricato in ambito residenziale, con facilità di accesso a numerosi parcheggi nelle immediate vicinanze, unite all'unicità della posizione a ridosso delle antiche mura cittadine, all'ingresso di via Vico principale strada di accesso al borgo mediazione di Mondovì Piazza, rendono l'immobile unico e particolarmente interessante nel mercato immobiliare di Mondovì.
Il fabbricato che necessita di lavori di ristrutturazione, si presta a diventare residenza di un'importante famiglia, oppure può essere articolato in un numero variabile di unità immobiliari per costituire un'operazione immobiliare per un imprenditore attento e lungimirante, adatto ad ospitalità turistica- commerciale con possibilità di ricavare appartamenti e/o hotel ristorante di charme.
Mondovì – Piazza è il quartiere più antico della città. Secondo la tradizione, la sua origine risale al 1198 quando un gruppo di abitanti di Vicoforte decisero di trasferirsi sulla collina per sfuggire al potere feudale del vescovo di Asti. Sorse così, vicino al fiume Ellero, la città del "Monte Regale" e venne costruita la grande piazza porticata, l'attuale Piazza Maggiore, dove si svolgevano le fiere e la vita comunitaria. Mondovì Piazza conserva ancora oggi la struttura urbanistica originale, caratterizzata da abitazioni alte e strette addossate le une alle altre e distribuite lungo le vie interne che, dalla cinta muraria, risalgono verso la Piazza Maggiore.
Il profilo della collina è segnato, a sud, dall'imponente Cittadella fortificata fortemente voluta dal duca Emanuele Filiberto di Savoia nel 1576 mentre a nord spicca la Torre civica medioevale. Tra i secoli XVI e XVII, vennero costruiti imponenti edifici barocchi come la chiesa della Missione, il collegio dei gesuiti e la cattedrale di San Donato.
Particolarmente caratteristica è la funicolare che dal 1886 collega Piazza con il rione sottostante di Breo. In origine era il peso dell'acqua a permettere il movimento dei vagoni e la salita della collina, mentre dal 1926 viene mossa dall'energia elettrica per permettere il suo utilizzo anche nei periodi di siccità.
Nella parte alta della città si trovano anche i musei più apprezzati: il museo della ceramica e il museo della stampa. La storia produttiva del Monregalese è infatti strettamente legata con la ceramica e il suo museo custodisce le storie, i segreti e la memoria di questa lunga tradizione: dalle modalità di realizzazione, alla sua decorazione fino alla collezione di oltre 2600 pezzi presenti all'interno del museo. La struttura che lo ospita è uno degli edifici più antichi della città, risale infatti ai primi decenni del Duecento, e apparteneva ad una delle famiglie più potenti del Piemonte.
Proseguendo per Via Vico, si raggiunge in pochi minuti il museo civico della stampa. A Mondovì, infatti, venne stampato il primo libro del Piemonte, nel 1472, grazie al lavoro di Baldassarre Cordero e di Antonio di Mattia di Anversa. Da lì ebbe inizio una grande tradizione che fiorì grazie all'apertura di scuole, istituti e convitti, per ospitare gli studenti, e ovviamente il seminario per la formazione dei nuovi sacerdoti. Il museo ospita oggi la più completa raccolta pubblica di macchine per la stampa d'Italia. Partendo da Mondovì Piazza, è inoltre possibile godersi una splendida passeggiata panoramica che si sviluppa lungo un tratto dell'antica cinta muraria della città. Da via Marchese d'Ormea si protrae infatti una balconata sulle colline circostanti che costeggia il retro dei palazzi che si affacciano su Piazza Maggiore, permettendo di osservare con chiarezza l'impianto medievale dell'antico rione. Al finire della via, è presente la Porta di Carassone: l'unica entrata della cinta muraria originale che, seppure rimaneggiata durante il periodo barocco, è rimasta intatta fino ai giorni nostri.
Le mura vennero costruite nel XIII e XIV secolo e in origine erano intermezzate da torri ed erano inoltre presenti grandi porte che consentivano l'accesso alla città. Le più famose ed imponenti erano la Porta di Vico e la Porta di Carassone.

#
ZONA IN CUI E’ UBICATO
SCHEDA RIEPILOGATIVA
Codice CAM 860
Contratto Vendita
Tipologia Stabile - Palazzo
Regione Piemonte
Provincia Cuneo
Comune Mondovì
Zona Piazza
Prezzo Tratt. riservata
Totale mq 1.200 mq
Camere 30
Bagni 8
Locali 43
Stato conservazione Grezzo
Piano Scoperto
Piani totali 3
Riscaldamento Assente
Posto auto Piano terra
Infissi legno
Età costruzione 1900
Stato attuale Mediocre
Spese condominio
Disponibile Si
Balconi Assente
Terrazzo Assente
Giardino Doppio
Cucina Coperto
Box Quadruplo
Arredato Si
Nelle vicinanze
Palestre
Complessi Sportivi
Piste Ciclabili
Parchi Giochi
Trasporti Pubblici
Scuole Elementari
Scuole Superiori
CONTATTACI!

Vuoi ricevere maggiori informazioni su questo immobile?
Contattaci subito compilando il modulo sottostante!

* Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell'attuale normativa privacy e confermo di aver preso visione dell'informativa.